Crux


Crux


Nome italianoCroce del Sud

Stelle
maggiori
alpha CrucisAcruxmagn. 0,9AR: 12h 26m 35.96sDec: -63 05' 56.5"
beta CrucisMimosamagn. 1,4AR: 12h 47m 43.30sDec: -59 41' 19.3"
gamma CrucisGacruxmagn. 1,6AR: 12h 31m 09.95sDec: -57 06' 47.0"
delta Crucismagn. 3,1AR: 12h 15m 08.69sDec: -58 44' 55.8"

DescrizioneLa Crux è la più piccola costellazione di tutto il cielo, ma è anche una delle più famose e caratteristiche. Si trova incuneata tra le zampe del Centaurus.

Acrux, la stella principale della costellazione, è la quattordicesima in ordine di luminosità: si tratta di una doppia formata da due componenti bianco-azzurre, di magnitudine 1,4 e 1,9. Un'altra coppia di stelle bianco-azzurre, sia pure meno splendente, è my Crucis.

NGC 4755Intorno alla stella kappa Crucis si trova NGC 4755, un ammasso aperto chiamato Jewel Box Cluster, perché il suo gruppo di stelle scintillanti ricorda lo splendore di uno scrigno di gioielli.


Mitologia
e storia
Anche i Greci conoscevano la Croce del Sud, ma essi consideravano le sue stelle parte delle zampe posteriori del Centaurus. Fu probabilmente il navigatore italiano Andrea Corsali a descriverla per la prima volta, nel 1516: la Crux, egli scrisse, è così leggiadra e bella che nessun altro segno celeste può esservi paragonato. La croce venne usata dai naviganti per individuare il polo sud celeste, e gli astronomi la considerarono come costellazione a sé stante a partire dalla fine del XVI secolo.


Torna alla pagina delle costellazioni.