Ophiuchus


Ophiuchus


Nome italianoOfiuco o Serpentario

Stelle
maggiori
alpha OphiuchiRas Alhaguemagn. 2,1AR: 17h 34m 56.06sDec: +12 33' 36.7"
beta OphiuchiCebalraimagn. 2,8AR: 17h 43m 28.36sDec: +04 34' 01.9"
delta OphiuchiYed Priormagn. 3,0AR: 16h 14m 20.75sDec: -03 41' 39.2"
epsilon OphiuchiYed Posteriormagn. 3,3AR: 16h 18m 19.27sDec: -04 41' 33.0"
zeta Ophiuchimagn. 2,7AR: 16h 37m 09.55sDec: -10 34' 01.6"
eta OphiuchiSabikmagn. 2,6AR: 17h 10m 22.69sDec: -15 43' 29.6"
theta Ophiuchimagn. 3,4AR: 17h 22m 00.58sDec: -24 59' 58.2"
kappa Ophiuchimagn. 3,4AR: 16h 57m 40.14sDec: +09 22' 30.1"
ny Ophiuchimagn. 3,5AR: 17h 59m 01.61sDec: -09 46' 24.9"

DescrizioneGrande costellazione equatoriale, compresa tra Hercules a nord e lo Scorpius a sud. Benché l'Ophiuchus non sia una delle dodici costellazioni dello zodiaco, il Sole lo attraversa durante il mese di dicembre.

A parte le varie stelle doppie della costellazione (eta, lambda, xi, omicron, tau Ophiuchi), si segnala rho Ophiuchi, una stella multipla: essa è costituita da due componenti di quinta e sesta magnitudine, accompagnati da due stelle di ottava magnitudine disposte in modo tale da disegnare una V. Il tutto è visibile con piccoli telescopi.

Piccoli telescopi permettono anche di vedere la stella con il più grande moto proprio: si tratta della stella di Barnard, situata nei pressi di Cebalrai, vicino a 66 Ophiuchi. Questa stella si trova a sei anni luce da noi ed è di magnitudine 9,5: il suo movimento è tanto rapido che in circa 350 anni percorre un grado di arco in direzione nord. Alcune osservazioni inducono a pensare che attorno alla stella di Barnard ruotino almeno due pianeti simili a Giove.

M10Tra gli altri oggetti interessanti della costellazione ci sono un paio di ammassi aperti, entrambi visibili con il binocolo (IC 4665, con una ventina di stelle, e NGC 6633, con circa 60 stelle), e un paio di ammassi globulari (M10, che si vede riprodotto qui a destra, di settima magnitudine, e M12 di ottava magnitudine).


Mitologia
e storia
La costellazione rappresenta Asclepio, il dio della medicina, figlio di Apollo. Asclepio fu educato dal centauro Chirone (rappresentato nella costellazione del Centaurus) e divenne talmente abile nell'arte medica che riusciva non solo a guarire le malattie, ma anche a resuscitare i morti.

Igino racconta che un giorno Asclepio uccise un serpente percuotendolo con il suo bastone: quindi vide arrivare un altro serpente, il quale depose un erba sul corpo di quello morto, che ritornò immediatamente in vita. In questo modo Asclepio conobbe il segreto per resuscitare i morti: per tale motivo in cielo è raffigurato mentre tiene tra le mani un serpente (rappresentato dalla costellazione del Serpens).

Il dio dell'oltretomba, Ade, si lamentò con Zeus del fatto che Asclepio sottraeva, contro natura, le anime morte dal suo regno: Zeus allora uccise Asclepio con la folgore e lo risarcì donandogli un posto tra le stelle.


Torna alla pagina delle costellazioni.